Come ridurre i costi aziendali con le carte carburante e i buoni benzina aziendali

Vantaggi fiscali, normativa e tutti i benefici per aziende e P.IVA

Il rifornimento carburante dei veicoli aziendali, siano essi auto o mezzi pesanti, è un costo fisso che pesa molto sul bilancio, soprattutto in questo periodo di rincari benzina e diesel. Per cercare di ridurre i costi della propria flotta o della propria auto aziendale esistono varie soluzioni per aziende e P.IVA. Tra le più conosciute e le più utili troviamo le carte carburante e i buoni benzina. Sia le tessere carburanti che i ticket sono convenienti per i business e godono di una normativa fiscale vantaggiosa nonostante abbiano caratteristiche diverse.
Continua a leggere per scoprire cosa sono, come funzionano e qual è la normativa fiscale delle carte carburante e dei buoni carburante aziendali.
Ottimizza i costi della tua flotta aziendale e del tuo parco mezzi!
Clicca qui per trovare i migliori fornitori di carta carburante e di buoni carburante.

Soluzioni per risparmiare sul costo del rifornimento e sulla benzina per aziende

I costi che le aziende o i liberi professionisti devono sostenere per fare rifornimento ai propri mezzi sono ingenti. Il caro benzina e il costante aumento dei prezzi del carburante hanno messo a dura prova i business e per questo è bene essere a conoscenza di tutte le soluzioni defiscalizzate disponibili sul mercato che permettono di risparmiare sull’acquisto di carburante. I più utilizzati dalle aziende sono le carte carburante e i buoni benzina.

Differenze tra carte carburanti e buoni benzina

I buoni carburanti e le carte carburante hanno molto in comune; infatti, sono entrambi sistemi di pagamento aziendali per l’acquisto di carburante che aiutano i business a risparmiare. Tuttavia, le diversità sono notevoli. Vediamo le differenze tra una card carburante e un buono benzina.
Carta carburante aziendale: una tessera carburante è una carta elettronica che permette a chi la utilizza di acquistare il carburante per il proprio mezzo aziendale e ricevere in comodità la fattura elettronica. Disponibile sia in versione carta carburante prepagata o carta carburanti con addebito, tale soluzione è ottima per chi viaggia spesso per lavoro o da erogare ai driver della propria flotta che guidano per lavoro. Queste carte sono spesso nominali (o legate ad un particolare veicolo) e non possono essere utilizzate per l’acquisto di altri beni o servizi a meno che non siano previsti nel contratto.
Buoni benzina per dipendenti: un buono carburante è un titolo di pagamento dal valore prestabilito, che rientra all’interno dei fringe benefit. Infatti, solitamente sono le aziende che erogano questi ticket ai propri dipendenti all’interno di piani welfare. Tuttavia, possono anche essere acquistati dai titolari di P.IVA per il loro business. I buoni non sono nominali e possono essere utilizzati anche per il rifornimento di veicoli di familiari o amici.

Cosa sono le carte carburante e tutti i vantaggi

Le carte carburante sono delle tessere con cui è possibile pagare per il rifornimento di veicoli commerciali e auto. Non importa il tipo di alimentazione perché la maggior parte delle schede carburanti può essere utilizzata non solo per il diesel e la benzina ma anche per gpl, metano ed anche per la ricarica elettrica.
Inoltre, le carte carburante permettono di ricevere la fattura unica ed elettronica. Questo semplifica notevolmente il lavoro di rendicontazione, di contabilità e il processo per il recupero dell’IVA.
Di carte carburante però ne esistono di vari tipi: monomarca, multimarca e universale. Quale scegliere va ponderato a seconda dei mezzi in proprio possesso, della quantità di km percorsi in media, del tipo di alimentazione dei veicoli e delle necessità aziendali.

Quale carta carburante elettronica scegliere? Monomarca, multimarca o universale

I fornitori di fuel cards sono molti e si differenziano per elementi come il costo, la quantità e la tipologia di stazioni di servizio convenzionate, le gamme di pacchetti, i benefit aggiuntivi ecc. Trovare la carta carburante che risponda alle necessità del proprio business è molto importante per godere di tutti i benefici delle carte carburante.
Tra le varie classificazioni di carte carburanti aziendali, una delle più importanti è quali e quanti benzinai sono convenzionati. Vediamo adesso le differenze e le peculiarità delle carte carburante aziendali monomarca, multimarca e universali.

Carte carburanti monomarca

Le schede carburante monomarca possono essere utilizzate solo nelle pompe di servizio del brand che rivende la tessera carburante. Ottima per chi percorre sempre lo stesso tragitto o ha un benzinaio di fiducia. Le campagne di fidelizzazione con sconti e premi sono un altro vantaggio delle monomarca.
Le migliori carte carburante monomarca sono carta carburante q8, Card IP.

Carta carburante multimarca

Le multimarca offrono maggiore libertà agli utilizzatori. Essendo forniti da terzi possono essere utilizzate in tutte le stazioni di servizio convenzionate. La capillarità del servizio è maggiore delle monomarca anche se è meno probabile che vengano indette campagne di fidelizzazione con sconti e premi.
Le migliori carte carburante multimarca sono:

Fuel card universale

Questa tipologia di carta non essendo vincolata a nessun brand può essere utilizzata in qualunque stazione di servizio, comprese le pompe bianche.
La migliore carta universale è la carta TBS.

Buoni benzina come funzionano

I buoni benzina sono dei voucher che le aziende erogano ai propri dipendenti all’interno di programmi di welfare o che i liberi professionisti acquistano per il loro business. Per questo motivo non sono nominali e possono essere utilizzati anche per il rifornimento di auto private.
Tra i buoni benzina più diffusi:

Buoni benzina deducibilità e normativa fiscale per dipendenti e clienti

I buoni benzina rientrano nella categoria dei fringe benefit e per questo motivo sono 100% deducibili ed esentasse fino ad un massimo di 258,23€ all’anno per dipendente. Buoni benzina per clienti: quando invece vengono regalati a clienti, sono detraibili ma solo fino a 50€.

Aggiornato su 15 Lug, 2022

redaction La redazione di Energia-Luce.it
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia