Fine del Mercato Tutelato: cosa succederà?

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Sommario: Nel mondo della fornitura di luce e gas, la fine del Mercato Tutelato rappresenta, senz’altro, un cambiamento importante. Occorre approfondire l’argomento per capire al meglio come muoversi al fine di continuare a usufruire di tutti i servizi luce e gas nelle proprie abitazioni o uffici.

Come sappiamo, il commercio di maggior tutela eroga servizi per corrente elettrica e metano alle condizioni economiche e contrattuali disciplinate dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).

Pertanto, tale mercato si occupa di rifornire le componenti luce e gas a tutti coloro che ancora preferiscono non scegliere un determinato gestore per le proprie forniture appartenente al Libero Mercato.

Tuttavia, come noto, la normativa ha regolamentato la cessazione definitiva del mercato tutelato a una data precisa.

Quindi, in questo articolo, approfondiremo meglio insieme tutto ciò che concerne la fine mercato tutelato e in che misura tale evento inciderà sul servizio e sulla quotidianità di ogni cliente nazionale.

Fine del Mercato Tutelato: quando sarà la scadenza mercato tutelato?

Parlando di fine del Mercato Tutelato, ricordiamo che la sua scadenza era già stata presa in considerazione dalle istituzioni in passato.

Inizialmente la chiusura dell’attività di Maggior Tutela era stata fissata per il primo luglio 2019.

Invece, tre anni fa, mediante apposito D.L. 162/2019, lo Stato ha emanato un’istanza diretta a rinviare tale cessazione al primo luglio dell’anno successivo (2020).

Effettivamente, questo provvedimento denominato “Disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché’ di innovazione tecnologica”, convertito poi in legge n.8/2020, si è concentrato precipuamente sulle proroghe legate al progresso economico del Paese.

A questo primo rinvio sono seguite successivamente altre due proroghe, in particolare, l’ultima data era stata proposta e fissata dalla Commissione Bilancio per l’anno 2022.

Ciononostante, l’istituzione non ha accolto tale istanza.

Probabilmente le cause di questi costanti rinvii vanno ricercate nell’ancora poca sensibilizzazione degli utenti nazionali verso tale cambiamento, nonché nel conseguente impatto sulle loro utenze, e quindi sulla loro quotidianità, nel caso questi non abbiano ancora effettuato la scelta di un gestore attivo nel Libero Mercato.

Data definitiva fine mercato tutelato

Finalmente, l’attuale amministrazione Draghi con il decreto legge 152/2021, convertito nella L. 233/2021, ha predisposto la data definitiva e ufficiale destinata alla fine Mercato Tutelato nel gennaio 2024.

Date di fine del Mercato Tutelato per imprese e privati

Nello specifico, esistono date differenti per quanto concerne l’attività di fornitura per imprese e clienti privati:

  • Piccole aziende e piccole-medio imprese (con potenza impegnata superiore a 15 kW e reddito annuale compreso fra i 2 e i 10 milioni di euro): la cessazione del servizio di Maggior Tutela è stata prevista per il 1° gennaio 2021.
  • Utenti privati, famiglie e microimprese: il termine indicato dalla legge è il 10 gennaio 2024.

Ovviamente, tutti i clienti domestici godono della prerogativa di passare al Libero Mercato in ogni momento senza dover obbligatoriamente aspettare la cessazione del Servizio Tutelato.

Quali saranno gli immediati cambiamenti per la fine del Mercato Tutelato?

Come sappiamo, attualmente, tutti gli utenti nazionali hanno la facoltà di attivare servizi luce e gas per le proprie abitazioni e/o imprese attraverso due canali:

  • Il Libero Mercato: presso il quale è possibile effettuare una attenta analisi di tutti i gestori attivi al suo interno e delle relative tariffe prima di scegliere la compagnia più adatta alle varie esigenze.
  • Il Mercato di Maggior Tutela: che consente di ricevere energia elettrica e metano in casa o in azienda al costo stabilito dall’ARERA.

A seguito della cessazione definitiva dell’attività del Servizio Tutelato, gli immediati cambiamenti riguarderanno certamente l’eliminazione di tutti i costi per luce e gas definiti dall’Autorità.

Cosa significa tutto questo? Che ogni cliente nazionale non potrà più fare affidamento al costo tutelato dallo Stato, bensì, dovrà necessariamente scegliere una società presente nel Libero Mercato per continuare a usufruire dei propri servizi.

Come fare il cambio gestore energia elettrica obbligatorio in relazione alla fine del Mercato Tutelato

Uno dei vantaggi di questo progressivo passaggio verso il Libero Mercato, è certamente legato al fatto che ciascun utente ha, in ogni momento, la possibilità di selezionare l’offerta e la compagnia che più risponde alle proprie necessità.

In questo contesto, già in questi ultimi periodi, diversi clienti hanno cessato il proprio contratto con il Servizio Tutelato in favore di quello Libero.

Tutto ciò serve a dimostrare quanto sarà facile effettuare il cambio fornitore energia elettrica anche nel momento in cui tale passaggio diventerà obbligatorio per legge.

In effetti, per terminare il proprio rapporto con il Mercato di Maggior Tutela sarà sufficiente stipulare un nuovo contratto di fornitura con un gestore attivo presso il Libero Mercato.

Ricordiamo che prima di sottoscrivere il documento è sempre consigliabile fare un confronto delle diverse tariffe presenti sul mercato al fine di selezionare l’offerta più aderente ai differenti bisogni di ciascuno e per individuare anche quelle tariffe vantaggiose e attivabili esclusivamente via Internet.

In generale, le informazioni da tenere in considerazione per fare il cambio gestore energia elettrica obbligatorio sono:

  • I dati personali della persona intestataria della bolletta luce
  • L’indirizzo dell’abitazione legata all’utenza
  • L’indirizzo mail dell’intestatario
  • Il codice univoco POD
  • Il codice IBAN per il pagamento mediante addebito diretto su conto corrente bancario.

Durante tale procedimento, il cliente non dovrà preoccuparsi d’altro in quanto sarà il nuovo gestore del Mercato Libero a gestire la pratica in modo corretto e professionale fino a quando la nuova utenza sarà attiva dopo circa 30 giorni dalla data della richiesta iniziale.

I nostri operatori troveranno la migliore offerta del mercato libero per te!

02 82 95 64 08

Info

Cosa cambia tra le offerte del Libero Mercato e Tutelato nel contesto della fine del Mercato Tutelato?

Considerando le diverse offerte del Mercato Libero e di quello di Maggior Tutela, ribadiamo che le sostanziali differenze fra le due parti si concentrano principalmente sui costi dei servizi erogati.

Fine del Mercato Tutelato: le caratteristiche principali delle offerte

Facendo un passo indietro, troviamo che questa fondamentale discrepanza sorge proprio all’origine della funzione delle due tipologie di mercato, per cui vediamo quali sono le differenze Mercato Libero e Tutelato.

Infatti, finalità del Servizio Tutelato (disciplinato dallo Stato) è quello di salvaguardare gli interessi dei consumatori italiani dalle costanti variazioni dei costi delle componenti luce e gas.

Tale obiettivo è sempre stato raggiunto grazie all’attività dell’Autorità nel definire le condizioni contrattuali ed economiche di ogni servizio di fornitura sulla base dell’andamento del mercato globale.

Inoltre, anche per quanto riguarda eventuali spese per determinate operazioni quali, subentro o voltura, il Mercato Tutelato consente di mantenere invariato il prezzo indipendentemente dal gestore del Servizio Tutelato che effettua l’intervento.

Quindi, le offerte attive all’interno di questo tipo di commercio, governato dallo Stato, permettono agli utenti che lo utilizzano di evitare possibili incrementi in quanto i costi sono sempre sotto il controllo dell’Autorità e aggiornati dalla stessa con cadenza trimestrale.

Gli elementi fondamentali delle offerte del Libero Mercato in considerazione della fine del Mercato Tutelato

Tutto un altro scenario caratterizza, invece, le diverse offerte proposte dal Libero Mercato.

Come sappiamo, grazie al Decreto Bersani, nel 2007 ha avuto ufficialmente e definitivamente inizio la libera attività di distribuzione e vendita dell’energia elettrica e del metano in tutto il Paese.

Finora, questo evento si è proposto come semplice alternativa al commercio tutelato dall’Autorità, mentre a partire dal gennaio 2024, tale mercato rappresenterà l’unica soluzione per quanto riguarda la fornitura di luce e gas in tutte le abitazioni e le aziende nazionali.

La sua caratteristica principale vede non più il controllo statale dei costi delle componenti ma l’indipendenza di ogni singolo gestore attivo in questo tipo di mercato.

Ciò significa che qualunque società può definire i costi e vendere i propri servizi per mezzo delle offerte che preferisce, anche e soprattutto, in risposta alle differenti abitudini e richieste provenienti dalla clientela.

Ovviamente, con il tempo, il numero delle imprese attive in questo settore è esponenzialmente aumentato, elevando di conseguenza la concorrenzialità dei prezzi sul mercato.

Per questo motivo, anche nel Libero Mercato è presente un sistema di controllo, detto Antitrust, che consente a tutti gli utenti di ricevere un servizio trasparente e corretto.

Fine del Mercato Tutelato: le offerte nel Mercato Libero energia elettrica

Le offerte nel Mercato Libero energia elettrica sono molteplici e presentano caratteristiche diverse a seconda che i vari operatori presentino anche eventuali scontistiche e promozioni ad esse legate.

Inoltre, i gestori energia elettrica possono proporre tariffe luce a prezzo fisso, oppure, a prezzo variabile.

Le prime soluzioni consentono agli utenti di evitare rischi mettendosi al riparo dalle imprevedibili oscillazioni del mercato.

Mentre, le tariffe a costo variabile seguono il prezzo all’ingrosso della componente elettrica a seconda delle fluttuazioni del mercato in un dato momento.

Questa seconda ipotesi rappresenta certamente un rischio per gli utenti ma anche un elemento di grande risparmio qualora il mercato segua un andamento positivo.

In questo caso, il fornitore pagherebbe l’energia elettrica a un costo inferiore, permettendo al cliente finale di beneficiare di un notevole risparmio in bolletta.

Attualmente, le migliori tariffe luce presenti sul mercato sono offerte dai seguenti gestori:

  • Enel Energia
  • Eni Gas e Luce
  • Iren Luce e Gas.

Enel Energia: soluzione per la fine del Mercato Tutelato

In questo momento, Enel Energia rappresenta un’ottima soluzione per la fine Mercato Tutelato grazie a diverse offerte.

La prima tariffa di rilievo è Flex, la tariffa che fornisce energia elettrica al costo di PUN + 0,039 €/kWh*.

Mentre, per coloro che preferiscono la scelta bioraria, la stessa offerta si divide in:

  • F1: PUN + 0,039 €/kWh* dal lunedì al venerdì, dalle 08.00 alle 19.00
  • F23: PUN + 0,039 €/kWh* dal lunedì al venerdì, dalle ore 19.00 alle ore 08.00, comprese le giornate di sabato, domenica e festività.

Ricordiamo che Flex Luce prevede uno sconto pari al 40% per i primi 24 mesi.

Inoltre, per gli utenti che attivano la tariffa direttamente online è disposto un ulteriore bonus di 30,00 € suddiviso in 10 mesi.

La seconda offerta della compagnia si chiama E light (non più disponibile) e fornisce energia elettrica a un prezzo pari a 0,551 €/kWh*.

Particolarità del piano è che lo stesso garantisce uguale costo di servizio in tutte le ore del giorno e della notte ed è interamente digitale.

Oltre a questi vantaggi, sottolineiamo che conE light (non più disponibile) il prezzo rimane bloccato per i primi 2 anni dall’attivazione.

Lo stesso piano è reperibile anche con E-Light Bioraria, la soluzione che fornisce un costo di servizio molto vantaggioso durante le ore serali e nei weekend.

Anche E light (non più disponibile) Bioraria è attivabile esclusivamente via Internet e blocca il costo energia per i primi 24 mesi di fornitura.

Segnaliamo che tale offerta è sottoscrivibile fino al 31 gennaio 2022.

Enel E light (non più disponibile) Luce

0,551 €/kWh* Tariffa monoraria

Annuncio - papernest non è partner di enel. Il numero di enel è: 800900860

  • icon calendar Prezzo bloccato per 12 mesi
  • icon limited-offer Offerta disponibile solo Online
  • icon opendoor Offerta non attivabile con voltura

Questa offerta è attualmente disponibile

Per entrare in contatto con il personale di Enel Energia è possibile fare riferimento a:

  • Numero Verde 800 90 08 60: gratuito e attivo dal lunedì alla domenica (giorni festivi esclusi), dalle ore 07.00 alle ore 22.00
  • Spazio Enel: punti vendita presente in tutto il territorio nazionale
  • Area Clienti: attiva sul sito del gestore
  • Canale web
  • Pagina Facebook
  • Profilo Twitter
  • Elena: l’assistente virtuale di Enel Energia.

Fine del Mercato Tutelato: le proposte di Eni Gas e Luce/Plenitude

Proposta principale di Eni Gas e Luce, ora Plenitude per quanto riguarda la fornitura di corrente elettrica nelle diverse case italiane è certamente Eni Trend Casa Luce.

ScontoPiù Luce è l’unica offerta attiva al momento di Plenitude

Il costo della fornitura si divide in:

  • PUN + 0,0132 €/kWh* per la scelta monoraria
  • F1:PUN + 0,0132 €/kWh* e F23: PUN + 0,0132 €/kWh* per coloro che preferiscono la soluzione bioraria.

Il piano si presenta di facile gestione grazie all’apposita app Eni Gas e Luce per sistemi operativi Android e iOS.

Plenitude Trend Casa Luce

PUN + 0,0132 €/kWh* Offerta Luce Monoraria

  • icon green-leaf Offerta 100% Green
  • icon saving Sconto Summer e Sconto Winter
  • icon calendar Sconti Crescenti dal 7o mese

Una seconda e vantaggiosa offerta della compagnia riservata a box, soffitte e cantine è rappresentata da Flexi Pertinenze. Non più disponibile

Tale soluzione si suddivide nei piani:

  • Monorario:0,2831 €/kWh
  • Biorario: F1 0,273 €/kWh e F23 0,3034 €/kWh.

Ricordiamo che Flexi Pertinenze è dedicata alla fornitura di luce per quegli immobili classificati nelle categorie catastali come solai, cantine, box, posti auto e tettoie.

Eni Flexi Pertinenze Luce – Non disponibile

Non più disponibile Tariffa Monoraria

Non più disponibile Tariffa Bioraria

L'offerta non è più disponibile

Per attivare una delle offerte Eni Gas e Luce consigliamo di rivolgersi a uno dei seguenti recapiti:

  • Numero Verde 800 70 09 00: attivo dal lunedì al sabato dalle 08.00 alle 20.00 in maniera del tutto gratuita
  • Rete mobile 02 44 41 41: per coloro che chiamano da telefono cellulare
  • Numero autolettura 800 99 98 00
  • Punti vendita Energy Store
  • Richieste Online: da effettuare tramite l’app My Eni.

Perché scegliere Iren Luce e Gas per la fine del mercato tutelato

Nota azienda di origine emiliana, la cui popolarità si estende ormai a tutto il territorio nazionale, anche Iren Luce e Gas vuole prendere in considerazione le esigenze dei clienti italiani che finora si sono affidati al mercato tutelato.

In effetti, la compagnia propone un vasto range di offerte destinate sia alle famiglie che alle piccole-medio imprese del nostro paese.

Fra tutte, Iren Revolution Luce è la proposta dell’azienda che attualmente sta riscuotendo maggior successo nell’ambito delle utenze domestiche.

Infatti, grazie a questa offerta sarà possibile avere energia elettrica al prezzo di Revolution Verde Variabile che resterà invariato per due anni.

Inoltre, gli oneri commerciali e di vendita sono fissati per un costo pari a 8,83 €.

Chi decide di sottoscrivere questa offerta potrà anche avere:

  • Un bonus di attivazione di 30,00 € da scontare su alcune delle bollette emesse durante il primo anno.
  • Una polizza Axa – Inter Partner Assistance, della durata di due anni, che ti metterà al sicuro da tutti i costi sostenuti per la riparazione dei piccoli e grandi guasti di casa tua, in base ai massimali previsti.

Iren Revolution Verde Variabile

PUN + 0,074936 €/kWh* Tariffa Luce

Offerta monoraria

  • icon money Prezzo bloccato per 24 mesi
  • icon promotion 30€ di bonus diversi
  • icon star Polizza assicurativa AXA in omaggio

Invece, per i titolari di partita IVA, le piccole imprese (con consumi inferiori a 30.000 Kwh annuali) o le imprese di grandezza media (consumi fino a 1.000.000 Kwh/anno) Iren ha pensato all’offerta Iren4Business Luce.

Per adattarsi ad ogni possibile esigenza, la compagnia emiliana propone alle aziende un prezzo suddiviso per multiple fasce orarie:

  • F1 (giorni feriali, dalle 8 alle 19):>PUN + 0,074936 €/kWh*.
  • F0 (si applica quando non è possibile rilevare il consumo di energia, secondo le direttive stabilite da ARERA): PUN + 0,074936 €/kWh*.

I prezzi offerti si intendono fissi e invariabili per tutto il primo anno di fornitura.

Inoltre, la compagnia non addebiterà alcun costo per l’attivazione, né chiederà ai propri utenti l’anticipo di un deposito cauzionale.

Per aderire a una di queste offerte è possibile rivolgersi a Iren Luce e Gas attraverso:

  • Il Numero Verde 800 96 96 96
  • Gli sportelli della compagnia presenti soprattutto nelle zone del Piemonte, della Ligura e dell’Emilia-Romagna.
  • I canali social Iren (Facebook, Youtube, Twitter, ecc.)

Fine del mercato tutelato: le offerte del mercato libero gas

Anche per quanto riguarda le offerte gas, la fine del mercato tutelato ha fatto sì che le compagnie stiano attualmente sviluppando proposte molto interessanti per poter soddisfare al meglio le esigenze di tutti i potenziali nuovi clienti.

In effetti, tutti i gestori gas si preparano a fare in modo che la transizione verso il mercato libero, sia meno complessa e più conveniente possibile, allo scopo di espandere il proprio pacchetto clienti.

Insomma, grazie anche alla transizione energetica, il prezzo gas Italia è oggetto di moltissime attenzioni e sottoscrivere un’offerta in questo potrebbe rivelarsi una mossa azzeccata e conveniente per le famiglie e le imprese italiane.

Se si è alla ricerca di un’ottima tariffa per la propria fornitura di gas, consigliamo di dare un’occhiata soprattutto ai seguenti gestori:

  • Eni Gas e Luce
  • Edison Energia
  • Enel Energia

Affrontare la fine del mercato tutelato del gas con Eni Gas e Luce

Oltre a fornire un’efficiente copertura su tutto il territorio nazionale e un servizio di clienti di primo piano, sempre pronto a fornire un concreto aiuto, i prezzi di vendita del gas con Eni Gas e Luce, ora Plenitude sono senz’altro pensati per ottenere il meglio dall’utilizzo di gas.

Con Plenitude Trend Casa, unica tariffa ora disponibile per Plenitude, è possibile avere il gas a PUN + 0,0132 €/kWh*.

Plenitude Trend Casa Gas

0,1080 €/Smc* + PSV Tariffa Gas

  • icon promotion Sconto domiciliazione fino a 24€ in due anni
  • icon green-leaf Gas con CO2 compensata
  • icon money Nessun costo di attivazione

Eni Gas e Luce ha recentemente cambiato nome in Plenitude!

Oppure, se la sicurezza e la tranquillità della tua abitazione sono, per te, fondamentali potresti prendere in considerazione la tariffa Eni Scontocerto.

Con questa offerta, avrai sempre prezzi fissi e bloccati per i primi 24 mesi della fornitura e in più:

  • Uno sconto del 5% dal 2° al 12° mese di sottoscrizione (prezzo di vendita, già scontato, a 0,979 €/Smc) Non più disponibile
  • Una riduzione del 10% per tutto il 2° anno di erogazione del servizio gas
  • Possibilità di usufruire di un ulteriore 5% se si decide di attivare la domiciliazione diretta delle bollette sul proprio conto bancario.

Infine, aderendo a Scontocerto avrai incluso nel prezzo del gas la Polizza Zurich Soccorso Casa che ti mette al sicuro da tutti i piccoli interventi e riparazioni necessari presso la tua abitazione.

Eni Sconto Certo – Non disponibile

Non più disponibile Tariffa luce

Non più disponibile Tariffa Gas

L'offerta non è più disponibile

Per coloro che trovano queste offerte interessanti e vantaggiose sono attivi i seguenti recapiti:

  • Il sito internet della compagnia
  • Il Numero Verde 800 70 09 00 (02 44 41 41, se chiami con un cellulare)
  • I canali social
  • I punti vendita sparsi su tutto il territorio nazionale.

 Le offerte gas di Edison Energia per la fine del mercato tutelato

Tra le compagnie che hanno mostrato maggior interesse verso i clienti che dovranno passare al mercato libero, Edison è certamente pronta a offrire tariffe in grado di far comprendere agli utenti italiani i vantaggi di questa ultima liberalizzazione governativa.

Infatti, la società, con sede a Milano, si propone come scelta di primo rilievo per utenti domestici e business per l’efficienza dei servizi e la qualità delle prestazioni.

Ma anche i prezzi offerti sono, da sempre, uno dei punti di forza della compagnia.

Per esempio, la tariffa Edison Sweet Gas Gas propone a tutti i clienti metano verde al prezzo di PSV + 0,07 €/Smc*, bloccato per 24 mesi a partire dalla data di sottoscrizione del contratto con il gestore.

Infatti, la società si impegna a sostenere vari progetti per l’uso e la ricerca sulle fonti di energia rinnovabile contribuendo a rendere il nostro mondo più verde e amico dell’ambiente.

Oltre a ciò, il costo proposto include anche la protezione della bolletta attraverso la compagnia assicuratrice AXA e diverse tipologie di bonus:

  • 40,00 € in sconti su alcune delle bollette dei primi 24 mesi della fornitura.
  • 5,00 € di riduzione dal primo anno di fornitura e 10 € dal secondo per chi opta per la ricezione della bolletta in formato elettronica assieme alla domiciliazione bancaria su conto corrente.
  • 10,00 € al termine del primo anno di fornitura con Edison
  • 20,00 € a seguito della compilazione del questionario clienti.

In alternativa, può essere vantaggioso considerare Edison Fix12per la tua fornitura domestica.

Grazie a questa offerta sarà possibile avere:

  • Costo della materia prima gas fissato a 2,70 €/Smc* e bloccato per tutto il primo anno della fornitura.
  • Servizio Edison Prontissimo Casa incluso nel prezzo. Con l’assistenza a te dedicata sarà semplicissimo affrontare tutti i lavori e gli imprevisti della tua casa. Telefonando al numero 800 591 823 (attivo tutto il giorno e tutti i giorni) un operatore ti aiuterà a scegliere, da un network di oltre 2.000 artigiani, il professionista più adatto alle tue esigenze.

Edison Gas Prezzo Fisso 12Sweet Gas

0,94 €/Smc Tariffa Gas

  • icon calendar Offerta bloccato per 12 mesi
  • icon opendoor Servizio Edison Prontissimo Casa incluso nel prezzo
  • icon star network di oltre 2.000 artigiani

Tutti gli utenti interessati alle offerte del mondo Edison possono contattare la compagnia attraverso il Numero Verde 800 14 14 14 oppure è possibile lasciare il proprio numero sul sito Internet della compagnia per essere ricontattati.

Fine del mercato tutelato: le offerte gas Enel Energia

La società fornitrice di luce e gas più popolare di tutto il nostro paese non può che presentare ottime offerte, pensate anche per facilitare la vita di coloro che a breve dovranno affrontare la transizione energetica.

Tra le tariffe più vantaggiose attualmente proposte dal gestore troviamo senz’altro Flex, grazie alla quale il nuovo cliente potrà immediatamente beneficiare del 30% di sconto sulla componente materia prima gas.

Insomma, il prezzo in entrata sarà di PSV + 0,1 €/Smc*, fisso e bloccato per tutti i primi 24 mesi della fornitura.

Tuttavia, è importante sapere che, al fine di poter sottoscrivere questa offerta, sarà necessario effettuare i propri pagamenti mediante la domiciliazione delle bollette in conto corrente bancario.

Sottoscrivendo il contratto con Enel direttamente online si potrà avere diritto ad un ulteriore bonus pari a 30,00 €, da suddividere nelle prime 10 bollette di fornitura.

Enel Flex

PSV + 0,1 €/Smc* Tariffa Gas

  • icon money Prezzo bloccato per 24 mesi
  • icon promotion Sconto del 30% della componente gas
  • icon calendar In caso di cambi di prezzi vengono comunicati 3 mesi prima

Enel non è un partner di Papernest

In alternativa, Enel Energia ha pensato anche a Move, la soluzione dell’azienda più conosciuta a livello nazionale che fornisce la componente materia prima gas al costo di PSV + 0,15 €/Smc*.

Inoltre, questa tariffa della compagnia blocca il prezzo del gas per i primi 2 anni di fornitura se si sottoscrive il contratto in maniera interamente digitale.

Enel E light (non più disponibile)

0,551 €/kWh* Tariffa Luce

Tariffe bloccate per 1 anno

2,17€/Smc* Tariffa Gas

Tariffe più economiche se si sceglie addebito automatico

Enel non è un partner Papernest

Per rispondere a tutte le esigenze e fornire ai propri clienti costi ancora più vantaggiosi, Enel ha creato anche il programma EnelPremia Wow!, il progetto che consente di ottenere sconti e bonus sulla fornitura della propria utenza.

Quindi, tutti gli utenti che desiderano attivare o richiedere semplicemente informazioni su una delle proposte Enel Energia, possono farlo utilizzando uno dei seguenti canali di comunicazione:

  • Numero Verde 800 90 08 60: disponibile dal lunedì alla domenica (festività nazionali escluse), dalle ore 07.00 alle ore 22.00
  • Elena: il servizio di supporto virtuale dell’azienda
  • Live Chat
  • Chiamami Gratis: funzione che consente di inserire il proprio numero di telefono nell’apposito campo per essere ricontattato dal personale senza nessun tipo di impegno.

Fine del Mercato Tutelato: ci sarà la proroga del servizio di maggior tutela?

Come abbiamo visto, in relazione alla fine del Mercato Tutelato, il governo ha deciso che la proroga di questo servizio di maggior tutela ci sarà e, pertanto, ha fissato la data per gennaio 2024.

Tale scadenza arriverà con ben cinque anni di ritardo rispetto a quanto determinato negli scorsi anni.

In effetti, ricordiamo che i servizi tutelati sarebbero dovuti terminare già nel 2018, come adeguatamente disciplinato dalla legge.

A questa normativa sono poi succeduti altri provvedimenti come la L. 124/2017: “Legge annuale per il mercato e la concorrenza” che posticipava la fine del Mercato Tutelato al 1° luglio di due anni fa.

Ancora la L. 108/2018 (c.d. Milleproroghe) rinviava la cessazione in oggetto al 1° luglio 2020.

Col passare del tempo e dell’evolversi dello scenario nazionale, è stato inizialmente emanato il Decreto Legge n.183 del 2021 (Decreto Milleproroghe) convertito in Legge 21/2021, che tra i vari obiettivi del governo, ha visto anche la definitiva posticipazione della fine del Mercato Tutelato fra un anno.

Naturalmente una decisione come questa ha generato le opinioni più disparate in quanto, dal punto di vista dei consumatori, questi avranno maggiore tempo per prepararsi a questo importante cambiamento.

Mentre, dalla prospettiva delle imprese, un simile provvedimento rischia di avere un impatto negativo per quanto riguarda la competizione fra le compagnie.

Ciò che, a questo punto, diventa essenziale è che occorre predisporre un piano di uscita dal servizio di maggior tutela chiaro e trasparente.

In questo modo, tutti gli utenti nazionali che ancora fanno affidamento a questo tipo di commercio controllato dallo Stato, potranno avere l’opportunità di effettuare il passaggio al Libero Mercato, ben informati e con estrema tranquillità e consapevolezza.

passaggio mercato libero

Cosa cambierà per i clienti del servizio di maggior tutela dopo la fine del Mercato Tutelato?

In materia energetica, la normativa nazionale ha operato con la finalità di adattarsi alla più ampia Direttiva dell’Unione Europea 2019/944 “Direttiva relativa a norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica”.

Nello specifico, questo provvedimento definisce regole condivise per la produzione, la diffusione, la distribuzione e la fornitura di energia elettrica e gas naturale nelle abitazioni degli utenti presenti sul territorio.

Finalità della legislazione è quella di garantire a tutti i consumatori la fruibilità delle componenti luce e gas a costi accessibili e con un sistema eco-sostenibile.

Il regolamento determina altresì le modalità di cooperazione fra gli Stati membri, le Autorità di regolazione e le compagnie fornitrici con l’obiettivo di dare vita a un mercato energetico interamente interconnesso e capace di promuovere la libera concorrenza e la sicurezza delle prestazioni del settore.

In questo senso, tutti gli attuali clienti del Mercato Tutelato dovranno adoperarsi per aprire un nuovo contratto con uno dei gestori presenti nel Libero Mercato energetico nazionale.

Per fare questo non occorrerà altro che fare una rapida analisi di tutte le compagnie attive al momento prima di scegliere la tariffa più adatta ai propri bisogni.

Ricordiamo che il passaggio da un mercato all’altro non comporta nessun tipo di costo né avverrà alcuna interruzione delle utenze già attivate.

Cosa succede a chi non passa al Mercato Libero alla fine del Mercato Tutelato?

Con la nuova proroga, manca ancora molto tempo prima che il Mercato Tutelato chiuda definitivamente i suoi battenti.

Pertanto, tutti gli utenti nazionali dispongono di molte occasioni per passare al Libero Mercato.

Qualora alcuni consumatori fossero ancora clienti del servizio di maggior tutela a metà gennaio 2024, occorre dire che, in questo caso, l’utenza verrà gestita da un gestore temporaneo per un periodo limitato di 6 mesi.

Se, al termine del semestre il consumatore non avrà effettuato il salto a una delle offerte del Mercato Libero, allora gli sarà proposto un nuovo contratto PLACET con una diversa compagnia, incaricata mediante apposita asta nazionale.

Sottolineiamo in questa sede che tale proposta non sarà in nessun modo vincolante in quanto il cliente potrà sempre scegliere l’operatore energetico che più preferisce senza limitazioni di tempo.

Fine del Mercato Tutelato: quando terminerà il Servizio Elettrico Nazionale?
Come detto, tutti gli utenti del Mercato Tutelato e del Servizio Elettrico Nazionale che a metà gennaio 2024 non avranno ancora provveduto al passaggio verso uno dei gestori attivi all’interno del Libero Mercato saranno presi in carico da un operatore provvisorio.

In questo contesto, è importante conoscere la data ultima di produttività del Servizio Elettrico Nazionale.

Dunque, se il Servizio Tutelato cesserà la sua attività il 10 gennaio 2024, il Servizio Elettrico Nazionale smetterà di essere produttivo a partire dal 30 giugno 2024.

È importante considerare che insieme a questi due enti, termineranno il proprio lavoro anche tutti quei fornitori che attualmente distribuiscono le componenti energetiche ai consumatori in regime tutelato.

Stai cercando maggiori informazioni sul mercato dell’energia? Di seguito elenchiamo alcune delle nostre guide che possono esserti utili:

 

Inoltre, per tutti coloro che desiderano approfondire l’argomento e le informazioni ad esso connesse, il consiglio utile è quello di consultare la nostra guida dedicata.

Infine, per avere maggiori indicazioni in materia, suggeriamo di leggere le comunicazioni qui riportate.

Non farti trovare impreparato! Chiamaci!

Info

Aggiornato su 26 Ott, 2022

redaction La redazione di Energia-Luce.it
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per scoprire di più sulla nostra policy di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre condizioni legali.