Contattaci per sottoscrivere l’offerta giusta per te!

Servizio Gratuito - da Lunedì a Venerdì: dalle 9.00 alle 20.00 - Sabato: dalle 9.00 alle 17.00

Poca dimestichezza con il vostro contatore Gas metano e siete alla ricerca di informazioni utili per capire come funziona?

La nostra guida energia luce nasce proprio dall’intento di fornirvi un supporto adeguato per la gestione semplificata di tutto ciò che è inerente al settore energetico.

Infatti, per le vostre forniture domestiche esistono molteplici procedure da seguire. Ad esempio, se siete alla prese con l’attivazione del gas o la riattivazione del contatore dopo il distacco, i nostri approfondimenti dedicati al tema potrebbero fare al caso vostro oppure per la bolletta del gas.

Inoltre in Italia, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ha predisposto l’introduzione del contatore gas elettronico in sostituzione di quello tradizionale, al fine di migliorare la qualità del servizio e facilitarne la misurazione.

Pertanto, in questo articolo, vi illustriamo nel dettaglio il funzionamento del contatore Gas metano, come effettuare la lettura e tutte le informazioni utili a riguardo.

Quali sono le tipologie di contatore gas e come funzionano?

Scopriamo il funzionamento del contatore gas e quali sono le tipologie esistenti.

Contatore analogico

Il contatore analogico è un apparecchio che possiede un display meccanico riportante il consumo di gas, che deve essere comunicato al proprio fornitore tramite la procedura di autolettura o attraverso la lettura di un tecnico incaricato.

Il funzionamento di questo tipo di dispositivo, costituito da due apposite camere di misura, consente di isolare per ogni misurazione, una quantità nota di gas che coincide con la capienza dei contenitori. Pertanto, la misurazione registra sia la singola ripetizione dello svuotamento e riempimento del gas dalle camere, sia il numero totale delle operazioni.

Contatori di ultima generazione

Il funzionamento del contatore del gas di ultima generazione, non differisce dal contatore gas vecchio modello, se non per il fatto che la misurazione del consumo avviene tramite sensori.

Inoltre, alcuni modelli possiedono anche un’elettrovalvola, regolabile da remoto, che permette di intercettare il flusso del gas. L’alimentazione dell’apparecchio avviene tramite batteria.

Infine, Il contatore gas a sensori è compatibile con la telelettura e la telegestione del dispositivo. Questo apparecchio elettronico intelligente, definito anche smart meter, fornisce all’utente molti più dati rispetto ad un dispositivo analogico.

Contatore gas digitale: quali sono i vantaggi?

Tra i vantaggi derivanti dall’installazione di un contatore digitale citiamo:

  • riduzione costi relativi alla lettura
  • diminuzione delle spese di gestione contrattuali, dato che per esempio le pratiche di cambio fornitore possono essere svolte a distanza
  • aumento della consapevolezza dei propri consumi
  • telecontrollo e telelettura da remoto
  • maggior affidabilità e precisione della misurazione
  • bolletta del gas corrispondente al consumo reale, evitando conguagli
  • facilità nell’individuazione di anomalie della valvola
  • immediata disponibilità di dati non solo riferiti al consumo, ma anche al punto di fornitura 

Infine, installando un contatore di nuova generazione, si risolvono le problematiche correlate alla necessità per il personale incaricato di accedere fisicamente nel luogo in cui è presente il contatore. Difatti, l’inaccessibilità comporta l’impossibilità di effettuare la lettura dei consumi o un intervento di natura tecnica.

I modelli di Meter Italia

Ora, diamo uno sguardo ai modelli di contatore gas di Meter Italia, in particolare l’EG4 EVO e l’EF EVO. Il display di questi dispositivi, che normalmente è spento, è molto semplice da utilizzare così come lo è la procedura di autolettura:

  • per leggere il contatore, bisogna premere il pulsante di navigazione, ovvero il tasto posizionato a destra sotto il display
  • una volta acceso, compare sullo schermo la scritta VOL.BASE Vb seguita, nella riga successiva, dal valore del vostro consumo attuale, espresso in metri cubi
  • il valore da comunicare in caso di autolettura si riferisce esclusivamente alle cifre a sinistra del punto
  • dopo 20 secondi di inattività, il display dell’apparecchio si spegne in automatico

Oltre alla visualizzazione dei consumi, questi modelli vi consentono anche di consultare, premendo sempre il pulsante di navigazione, i seguenti parametri:

  • numero di PDR, premendo 2 volte
  • lo stato della valvola (aperta, chiusa, abilitata alla riapertura) schiacciando 3 volte

Dove si trova il contatore del gas?

Il contatore del gas può trovarsi all’interno di una abitazione. Per esempio:

  • sul balcone di un appartamento
  • all’ingresso o in prossimità di un muro perimetrale
  • dentro un armadietto
  • in garage
  • all’interno cantina
  • presso una porta di ingresso

Ma anche all’esterno:

  • in un apposito vano comune del condominio, per esempio in un locale tecnico o nel sottoscala
  • su una parete o un muro al confine della proprietà
  • in un armadietto metallico sul pianerottolo delle scale

Come leggere contatore gas elettronico

Saper leggere i dati del proprio contatore del gas è essenziale, poiché questi vanno comunicati al fornitore di riferimento, a meno che non si possieda un contatore teleletto. Infatti, in questo caso i dati verranno automaticamente rilevati e l‘autolettura non sarà necessaria.

Nel caso abbiate dubbi sulla tipologia del vostro contatore, è sufficiente consultare la bolletta, nella sezione fornitura, per trovare il tipo di apparecchio.

L’autolettura è importante perché consente di monitorare e fatturare i consumi reali e non quelli stimati. Quest’ultimi vengono calcolati sulla base di una stima delle vostre abitudini, ma non corrispondono esattamente al consumo reale.

Se desiderate ricevere informazioni inerenti ai gestori del gas e al prezzo del gas in Italia, leggete i nostri approfondimenti dedicati.

La procedura per la lettura del contatore digitale prevede:

  • normalmente, il display del contatore è spento, pertanto va acceso tenendo premuto il pulsante di attivazione
  • sempre con il medesimo comando, scorrere il menù principale fino alla visualizzazione dei consumi del gas
  • prendere nota delle cifre che compaiono prima del punto

Comunicazione dati autolettura al proprio fornitore

Se non possedete un contatore teleletto, dovrete comunicare al vostro fornitore di gas, i dati dell’autolettura effettuata rispettando l’arco temporale indicato in fattura. Infatti, in questo caso il costo verrà calcolato sul vostro consumo reale. In ogni caso l’autolettura può sempre essere comunicata in qualsiasi momento.

Contatore gas e codice PDR: cos’è e come trovarlo?

Ora, vediamo cos’è e come trovare il codice PDR del vostro contatore gas.

Innanzitutto, ogni utenza gas è identificata in modo univoco da questo codice, acronimo di punto di riconsegna, che corrisponde alla posizione fisica del contatore. E’ composto da 14 cifre, le prime 4 identificano il distributore, mentre le successive il codice dell’utente.

Le modalità per conoscere il codice PDR sono molteplici:

  • consultando la bolletta del gas, dove è sempre riportato
  • identificando la targhetta adesiva, nel caso abbiate un contatore tradizionale
  • leggendo il display del vostro contatore elettronico
  • contattando il servizio clienti del vostro fornitore

Invece, se siete alla ricerca del codice POD, la nostra guida vi fornisce tutte le informazioni necessarie in merito.

Come risalire alla matricola del contatore gas?

Scopriamo come risalire alla matricola del vostro contatore gas, che identifica il vostro apparecchio in modo univoco. Generalmente questo codice è costituito da 8 cifre.

A vostra disposizione le seguenti modalità:

  • la vostra bolletta del gas, nella quale è riportato il codice
  • nel caso di contatore tradizionale, trovate il numero di matricola sopra ai dati che indicano i consumi.
  • il codice matricola è preceduto da lettere, nel caso abbiate un contatore elettronico

Chiamaci per risparmiare fino a 250 euro sulle offerte a te dedicate!

La sostituzione del contatore gas è obbligatoria?

La sostituzione obbligatoria dei contatori meccanici del gas per usi domestici, iniziata nel 2013, è stata predisposta dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ed è tuttora in corso. Infatti, le scadenze sono state prorogate, a seguito di ritardi che hanno interessato l’attività dei distributori.

Dunque, i termini per l’85% della copertura dei punti di riconsegna attualmente sono i seguenti:

  • 31 dicembre 2022 per le imprese distributrici di gas naturale, con un numero di utenti compreso tra 100.000 e 200.000
  • 31 dicembre 2023 per i distributori che servono tra 50.000 e 100.000 clienti finali

Essendo un obbligo normativo, non è possibile rifiutarsi di sostituire il proprio contatore tradizionale con uno di nuova generazione. L’operazione viene eseguita dal distributore competente, che rappresenta il proprietario dell’apparecchio, e non comporta alcun costo per l’utente.

Il piano di sostituzione programmata è analogo a quello che ha interessato gli smart meter di energia elettrica, avviato nel 2001 e ormai completato.

La procedura di sostituzione del contatore gas con Italgas

Diamo uno sguardo alla procedura di sostituzione del contatore effettuata da Italgas, il principale distributore di Gas metano in Italia.

Innanzitutto, riceverete una lettera da parte della società, indicante la data fissata per eseguire l’intervento. Qualora desideraste modificare il giorno dell‘appuntamento, potete farlo tramite il Portale Clienti sul sito web nella sezione My Italgas oppure telefonando al numero riportato nella comunicazione ricevuta.

Il nuovo contatore verrà installato nel medesimo posto in cui è collocato quello attualmente in uso, a patto che sia compatibile con la normativa. Inoltre, per rispettare le procedure di sicurezza, è prevista la sospensione temporanea della fornitura di gas. L’intervento ha una durata media di circa 1 ora.

L’esecuzione della sostituzione è affidata a personale di Italgas Reti o da impresa da loro incaricata, pertanto il giorno dell’appuntamento potrete verificare che i tecnici siano ufficialmente autorizzati ad eseguire l’intervento.

Infine, il giorno dell’appuntamento, vi verrà consegnato dall’incaricato un manuale di istruzioni per l’uso del nuovo modello.

Se desiderate approfondire il tema dello smart metering, consultate il sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente a questa pagina.

Telefona al numero indicato e scopri come attivare l’offerta dei tuoi sogni!

02 81 48 00 12

Chiamata gratuita

Informazioni