Ecco come risparmiare in bolletta con semplici consigli!

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Sommario: Arrivati a fine mese e consultate tutte le spese da saldare, una delle domande più frequenti che ci si pone è come risparmiare in bolletta. In altre parole, in che modo ridurre i consumi in casa.

Qualche mese fa, il Ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani ha annunciato che si sarebbe verificato un aumento del 40% della bolletta della luce nel trimestre successivo.

In seguito alla notizia, probabilmente molti di voi si sono spaventati al pensiero del sostanziale aumento del costo delle bollette e si sono chiesti se sia possibile risparmiare in bolletta.
La risposta a questa domanda è sì e nei prossimi paragrafi trovi alcune indicazioni che possono aiutarti a consumare meno.

Come risparmiare luce e gas in bolletta?

Ridurre il consumo di energia è l’opzione che può apparire più immediata: la soluzione è rappresentata dall’adozione di semplici comportamenti messi in atto nella propria quotidianità che ti aiutano a risparmiare sulle bollette.

Quindi, come risparmiare in bolletta? 

  1. utilizzare in modo corretto degli elettrodomestici: alcuni hanno un consumo maggiore di altri e dunque vanno adoperati con criterio
  2. durante l’acquisto di un nuovo apparecchio, presta molta attenzione alla classe energetica che indica l’efficienza: più è alta, minore è il consumo
  3. opta per l’acquisto di lampadine a risparmio energetico: l’utilizzo di lampadine a LED, per esempio, permette un risparmio di circa il 90% di energia
  4. seleziona l’offerta che sia più conveniente in relazione alle tue abitudini e ai tuoi bisogni, <ahref=”https://energia-luce.it/guida/cambio-fornitore-energia-elettrica/”>cambiando il fornitore di energia elettrica ad esempio.

Quali sono le spese in bolletta?

Nelle bollette di luce e gas sono presenti degli oneri fissi e delle componenti variabili.

Nel dettaglio, le voci principali per leggere la bolletta della luce sono le seguenti:

  • la materia prima energia: in questo caso i prezzi seguono il costo del mercato dell’energia e i valori compresi sono l’acquisto dell’energia, il dispacciamento, la commercializzazione al dettaglio
  • il trasporto dell’energia e la gestione del contatore: tali costi sono segnati dall’Autorità e sono gli stessi sia per il mercato libero che per il mercato tutelato. Nello specifico, il prezzo è determinato da ARERA ogni trimestre e il valore si compone di: una quota fissa, una quota potenza e una quota energia
  • gli oneri di sistema: anche in questo caso, i valori sono calcolati in relazione ai costi stabiliti dalle Autorità e non dipendono dal distributore
  • totale per le imposte e l’IVA: quest’ultima ammonta al 10% per le abitazioni in cui si ha la residenza e al 22% per i locali in cui non si ha la residenza. Per quanto riguarda le accise, vengono applicate in relazione all’energia consumata

Invece, le voci di spesa presenti nella bolletta del gas sono:

  • materia gas naturale e per l’acquisto e la conseguente commercializzazione del gas. Tale voce comprende una quota fissa che fa riferimento ai servizi di fornitura, e una quota energia, dunque il costo relativo al consumo
  • trasporto e gestione del contatore e la distribuzione della materia prima. Anche in questo caso la spesa si divide in una quota fissa e una quota energia
  • spese per gli oneri di sistema: in questo caso i prezzi sono stabiliti trimestralmente da ARERA
  • imposte e accise: queste ultime vengono applicate in relazione alla quantità di gas consumata. In linea generale, le imposte sono tutte variabili poiché fanno riferimento ai consumi.  Nel caso volessi scoprire di più, potrebbe interessarti la nostra guida al prezzo del gas in Italia.

Cosa sono le fasce orarie?

Le fasce orarie sono periodi di tempo in cui il costo dell’energia varia. Per cui, se concentri il tuo consumo di energia in una fascia oraria il cui prezzo della materia prima è basso, puoi risparmiare sul prezzo in bolletta.

Le fasce orarie sono tre, vengono stabilite da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e sono così suddivise:

Fascia Giorni Orario
Fascia F1 da lunedì a venerdì dalle 8:00 alle 19:00 Giorni festivi esclusi
Fascia F2 da lunedì a venerdì dalle 7:00 alle 8:00 e dalle 19:00 alle 23:00 Giorni festivi esclusi
Fascia F3 da lunedì al sabato dalle 00:00 alle 7:00 e dalle 23:00 alle 24:00
domenica e giorni festivi tutto il giorno

In un orario giornaliero compreso tra le 8.00 e le 20.00, la richiesta di energia è certamente superiore rispetto a fasce orarie serali. Questo perché durante il giorno sono attivi negozi e attività varie che consumano energia nei propri locali.

Per questo motivo, i distributori, tenendo conto della domanda, propongono offerte regolate sulle diverse fasce orarie in modo da dare la possibilità ai propri utenti di risparmiare energia. Ed ecco che la conoscenza delle fasce, che può essere appresa attraverso la nostra guida del mondo dell’energia, facilita la regolazione dell’uso degli apparecchi e permette così di risparmiare sui costi mensili.

Come risparmiare luce e gas sulle bollette a casa?

Abbiamo visto che grazie alla conoscenza delle diverse fasce orarie è possibile regolare l’utilizzo degli elettrodomestici e quindi risparmiare sul prezzo della bolletta. Ma ci sono anche alcuni semplici trucchi che facilitano la riduzione dei consumi e ti aiutano a risparmiare in casa.

Vediamo qui di seguito alcuni consigli su come limitare i consumi sia per quanto riguarda la bolletta luce che la bolletta del gas.
Risparmiare in Bolletta

Come risparmiare luce sulla bolletta della casa?

Ecco alcuni semplici accorgimenti che puoi mettere in atto per risparmiare sulla bolletta della luce in casa:

  1. Prediligi una doccia piuttosto che un bagno nella vasca: è bene sapere che per riempire una vasca di media dimensione sono necessari circa 150 litri d’acqua. Al contrario, ad ogni minuto di doccia corrispondono circa 15/16 litri di acqua che possono abbassarsi a nove se si utilizza un frangigetto, un meccanismo utile ridurre il flusso dell’acqua;
  2. Stacca le spine e non lasciare dispositivi in stand by: non tutti sono a conoscenza dei cosiddetti “carichi fantasma”, i responsabili di quasi il 75% dei consumi di energia. Basta ricordarsi di scollegare tutti i dispositivi elettronici una volta terminato il loro utilizzo per risparmiare soldi ed energia;
  3. Sfrutta il più possibile la luce naturale tenendo aperte le persiane durate il giorno. In questo modo, oltre a usufruire di un’illuminazione naturale puoi sfruttare il calore dei raggi solari che scaldano il tuo ambiente;
  4. Regola l’utilizzo di lavatrice e lavastoviglie: in questo caso entrano in gioco le fasce orarie. Difatti, è bene utilizzare questi due elettrodomestici la sera, quando il costo dell’energia è inferiore. In aggiunta, il consiglio è quello di effettuare lavaggi possibilmente non superiore a 40° e di riempire sempre il carico della lavatrice. Per quanto riguarda invece la lavastoviglie, prima di inserire le stoviglie al suo interno è bene sciacquarle manualmente per evitare il ciclo di lavaggio intensivo. Inoltre è fondamentale mantenere il filtro pulito così da assicurare un’efficienza maggiore;
  5. Acquista modelli a basso consumo di frigorifero e congelatore: il frigorifero è l’apparecchio che consuma una maggiore quantità di energia poiché rimane acceso 24 ore su 24. Per cui, prima di comprare un nuovo elettrodomestico, è bene fare attenzione ai dati segnati sull’etichetta energetica: più alta è l’efficienza energetica, più basso è il consumo. Mentre il congelatore dovrebbe avere una dimensione adeguata al nucleo familiare;
  6. Utilizza correttamente il forno: prediligi una cottura ventilata che favorisce la circolazione dell’aria calda in tutto il forno ed evita, quando possibile, il preriscaldamento;
  7. Fai attenzione all’uso del condizionatore: mettilo in funzione solamente quando tutte le finestre della tua abitazione sono chiuse così da non disperdere il fresco. Inoltre, si consiglia di accenderlo in modalità “deumidificatore”, che è più sostenibile e rispettosa dell’ambiente;

Come risparmiare con il gas di casa?

Il risparmio sul consumo di gas in casa è possibile e, oltre a diminuire i costi in bolletta, rappresenta una buona azione nei confronti dell’ambiente.

Nelle abitazioni italiane si consuma gas prevalentemente per tre scopi:

Nelle abitazioni italiane si consuma gas prevalentemente per tre scopi:

  • riscaldamento nei mesi invernali
  • cottura dei cibi
  • circolazione di acqua calda

Nella cottura dei cibi è possibile risparmiare gas con l’utilizzo di una pentola a pressione per le cotture di lunga durata, usando i coperchi e scegliendo il fornello migliore per ogni pentola

In aggiunta, ecco alcuni consigli per diminuire il consumo di gas nella tua abitazione:

  • effettua una periodica manutenzione della caldaia e dei termosifoni
  • regola la temperatura della caldaia: non è necessario raggiungere alte temperature per stare bene in casa
  • installa delle valvole termostatiche sui tuoi termosifoni che favoriscono il mantenimento costante della temperatura
  • acquista nuovi infissi o migliora quelli che hai per ridurre la dispersione di calore
  • utilizza pompe di calore, dispositivi che utilizzano energia rinnovabile che si disperde nell’ambiente diminuendo l’uso di energia elettrica e combustibili fossili

Leggi la nostra guida ai gestori del gas per scoprire qual è l’operatore più conveniente per te.

Come risparmiare sulla bolletta del riscaldamento?

Fattori che influenzano il consumo di gas
Zona geografica

Dimensioni dell’abitazione

Capacità di isolamento termico della casa

Per risparmiare sui costi del riscaldamento, puoi seguire alcuni semplici trucchi:

  • utilizza porte e persiane per contrastare il freddo: nei mesi invernali è bene abbassare queste ultime al tramonto per contrastare gli spifferi. Mentre la chiusura delle porte favorisce il mantenimento della temperatura evitando la dispersione di calore
  • se ti è possibile, migliora l’isolamento termico e diminuisci la dispersione di energia, possibilmente scegliendo materiali ecosostenibili
  • adopera infissi isolanti che impediscono dispersioni termiche
  • spegni i termosifoni nelle stanze che non stai vivendo

Non riesci a diminuire il tuo consumo, ma vuoi comunque risparmiare? Cambia tariffa e risparmia ogni mese!

02 82 95 64 08

Info

Come risparmiare sulle bollette aziendali?

Le soluzioni per risparmiare sulle bollette aziendali esistono e sono numerose. Ecco quali aspetti tenere in considerazione per raggiungere un taglio dei costi in bolletta:

  1. Distingui le tariffe aziendali da quelle domestiche: il fabbisogno energetico di un’azienda è differente da quello di una famiglia.
  2. Opta per una tariffa che abbia un prezzo fisso che, nelle offerte business, non può subire variazioni nel tempo
  3. Per le offerte della luce, opta per una tariffa monoraria che comprende un prezzo uguale per tutta la giornata. Se invece la tua attività si concentra nelle ore serali, meglio scegliere un’offerta bioraria
  4. Informati sulla possibilità di usufruire di eventuali bonus o agevolazioni fiscali nazionali, oltre che la modalità di fatturazione delle bollette


Leggi anche la nostra guida ai fornitori di energia elettrica.

In generale, il consiglio è quello di richiedere una consulenza energetica per aziende.

Infine, anche in questo caso puoi mettere in atto piccoli accorgimenti che possono fare la differenza:

  • accendi le luci solo se necessario
  • sfrutta la luce naturale finché è possibile
  • acquista lampadine a risparmio energetico
  • spegni tutti i dispositivi e non lasciare gli apparecchi in stand-by
  • effettua una regolare manutenzione dei tuoi apparecchi
  • investi nella domotica
  • installa un impianto fotovoltaico

Per maggiori informazioni ti consigliamo di visitare il sito ufficiale di ARERA che puoi trovare cliccando su questa pagina.

Chiama i nostri esperti per trovare la migliore offerta luce o gas per risparmiare in bolletta!

Info

Aggiornato su 13 Lug, 2022

redaction La redazione di Energia-Luce.it
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per scoprire di più sulla nostra policy di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre condizioni legali.