Cos’è una pompa di calore? Conviene?

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Sommario: Se stai cercando forme alternative di riscaldamento o di raffrescamento, avrai sicuramente sentito nominare le pompe di calore. In questo articolo ti aiuteremo a comprendere meglio cosa sia una pompa di calore. Inoltre, ti spiegheremo quali sono i vantaggi e gli svantaggi di installarne una. Ti parleremo anche di quanto costa acquistarne una, così potrai valutare l’investimento.

Infine, cercheremo di capire insieme quanto potresti risparmiare con quest’operazione e se la decisione può portarti o meno dei vantaggi. Quindi, ti aiuteremo a comprendere quale influenza avrà sul consumo medio di luce e gas. Infine, ti elencheremo i punti da seguire per ponderare la tua decisione.

Che cos’è una Pompa di Calore?

Il primo passo per capire se installare un macchinario di questo genere può essere conveniente è capire esattamente cosa sia una pompa di calore. Tale apparecchio, detto anche termopompa, è in grado di estrarre e trasferire energia termica da un ambiente più freddo a uno più caldo, invertendo la naturale tendenza. Ma questa non è la sua unica funzione, che può essere regolata a seconda delle esigenze. Infatti, una pompa di calore può essere utilizzata per:

  1. riscaldamento: il suo funzionamento può essere paragonato a quello di un frigorifero, solo che in questo caso viene prodotto calore e non freddo. Il frigorifero preleva energia termica dall’ambiente e restituisce freddo, mentre la pompa di calore preleva energia dall’ambiente e la restituisce sotto forma di calore;
  2. produzione di acqua calda: l’energia termica prodotta dalla pompa di calore viene utilizzata nella produzione di acqua calda sanitaria. Per questa operazione viene utilizzata sia l’aria esterna alla casa sia l’aria interna dell’ambiente dove viene installato il serbatoio dell’acqua;
  3. riscaldamento acqua per i caloriferi: l’energia termica prodotta dalla pompa di calore riscalda l’acqua destinata al funzionamento dei termosifoni;
  4. raffrescamento con pompa di calore: in questo caso il flusso di energia termica viene invertito rispetto a quello del riscaldamento. Il macchinario preleva l’aria calda dalla stanza e la trasporta all’esterno, producendo aria fredda. Questa volta la metafora del frigorifero è ancora più calzante: come principio, la sua funzione è la stessa.

Quali sono i Vantaggi e gli Svantaggi di una pompa di calore?

Dopo aver letto cosa sia una pompa di calore e averne scoperto le funzionalità, potresti pensare di aver già trovato una soluzione per risparmiare sulla bolletta. Prima di giungere a qualsiasi conclusione, ti suggeriamo di leggere:

  • vantaggi e
  • svantaggi della pompa di calore.

Vantaggi

Grazie alle sue numerose funzioni, una pompa di calore è in grado di assicurarti considerevoli vantaggi:

Tutti i vantaggi
Rendimento energetico: la caldaia offre un rendimento energetico superiore sia a quello di una caldaia tradizionale sia a quello di una caldaia a condensazione
Risparmio: la maggiore efficienza energetica della pompa di calore si traduce in un risparmio in bolletta
Versatilità: è possibile realizzare un unico impianto per riscaldare sia l’ambiente sia l’acqua calda
Classe energetica: l’efficienza energetica accresce la classe energetica del tuo immobile
Versatilità: è possibile realizzare un unico impianto per riscaldare sia l’ambiente sia l’acqua calda
Detrazioni fiscali: l’installazione di una pompa di calore rientra nelle agevolazioni del Superbonus 100%
Conto termico 2.0: si tratta di un’altra detrazione fiscale che viene erogata tra i 2 e i 5 anni dopo l’avvenuta installazione
Rispetto per l’ambiente: l’efficienza energetica, la riduzione delle emissioni di anidride carbonica e l’utilizzo di energie rinnovabili permettono di affermare che questa sia una scelta green

Svantaggi

A fronte dei vantaggi elencati nel paragrafo precedente, devi anche considerare alcuni punti svantaggiosi legati alle pompe di calore:

Svantaggi della pompa a calore
Costi elevati
Manutenzione
Aumento di potenza
Secondo contatore

Installazione Pompa di Calore: quanto costa?

Come detto in precedenza, dotarsi di un sistema di raffreddamento o raffrescamento di questo tipo può essere molto costoso. Tale somma è determinata da due fattori:

  1. prezzo della pompa di calore: il prezzo finale dipende anche da marchio e funzioni disponibili: sicuramente un modello non convertibile, cioè con solo la funzione di riscaldamento, costerà meno di uno con il raffrescamento. Considerando tutti i modelli disponibili sul mercato, il costo di una pompa di calore può andare dai 2.000 € di un modello aria acqua ai 20.000 € circa di un modello geotermico;
  2. costi di installazione: tali costi variano per ogni singolo caso. Infatti, ogni intervento deve essere valutato in base all’abitazione in cui dev’essere installata la pompa di calore.


Chiama GRATIS i nostri esperti e in 5 minuti avrai la migliore offerta luce e gas per te!

02 82 95 64 08

Info

Esistono diverse tipologie di pompa di calore?

Come avrai capito dalle enormi differenze di prezzo, esistono diverse tipologie di pompe di calore. A prescindere da fattori come prezzo o funzionalità, si possono elencare questi 5 tipi:

  • aria-aria;
  • aria-acqua;
  • acqua-acqua;
  • geotermico;
  • ad assorbimento.

Aria-Aria

Si tratta di un  sistema di riscaldamento in cui il calore dell’aria viene prelevato dall’esterno per trasferirlo nell’ambiente interno. Per raggiungere questo scopo viene utilizzato come vettore un fluido refrigerato per mezzo dell’aria. Il fluido viene convertito in aria calda dal diffusore grazie al ventilatore e alla batteria per lo scambio termico che ha al suo interno. Esistono modelli monosplit, con una sola unità, oppure multisplit, in cui un’unità centrale si serve di uno o più diffusori collocati nelle stanze.

Aria-acqua

Tale sistema utilizza l’acqua come vettore per il trasferimento dell’energia termica dall’esterno all’interno e permette il riscaldamento dell’acqua a uso sanitario. Il calore viene poi convogliato negli ambienti tramite caloriferi, pannelli sotto il pavimento o ventilconvettori. Ognuno di questi tre sistemi di diffusione del calore necessita di acqua a temperature differenti: 55° per i caloriferi, 45° per i ventilconvettori e 35° per i pannelli.

Acqua-acqua

Questa tipologia prevede un sistema di diffusione del calore simile a quello del tipo aria-acqua, ma impiega una fonte termica differente. Infatti non utilizza l’aria, bensì l’acqua presente nel sottosuolo. Quindi l’impianto deve essere collegato a una falda acquifera e pertanto richiede un’analisi geologica del terreno.

Geotermico

In questo caso la fonte termica è il calore prodotto dal terreno, che viene raccolto mediante dei tubi che possono svilupparsi in altezza (fino a 1,5 metri) oppure in lunghezza (fino a 150 metri). Il fluido vettore però è sempre l’acqua e la distribuzione avviene in maniera analoga alla tipologia acqua-acqua.

Ad assorbimento

Il funzionamento è simile a tutte le precedenti, ma questa tipologia è alimentata da un bruciatore a gas naturale o GPL. Pertanto, oltre che alla rete elettrica, bisogna prevedere un allacciamento alla rete gas.

Quanto si Risparmia con le Pompe di Calore?

Fino a pochi anni fa, produrre calore dall’elettricità non era sicuramente considerata una scelta saggia. Oggi invece questa percezione sta cambiando, grazie a migliorie tecniche e all’utilizzo di nuove tecnologie. Per capire quanto l’utilizzo di una pompa di calore influisca sul tuo consumo medio di gas e luce devi considerare:

  1. tipologia: tra le cinque elencate in precedenza, solo quella ad accumulo consuma gas. Le altre invece, non richiedono il collegamento alla rete gas;
  2. utilizzo: il risparmio che si ottiene oscilla tra il 30 e il 70% e viene massimizzato solo se congiuntamente alla pompa di calore si installa anche un impianto di riscaldamento ad essa collegato. Ovvero uno dei cosiddetti impianti radianti: caloriferi, ventilconvettori oppure pannelli per pavimento.

Come scegliere il modello giusto e risparmiare

Prima di proseguire con la scelta del modello da installare, ci sono alcuni punti che faresti bene a considerare:

Posizione geografica:

Se per esempio sei indirizzato verso una delle opzioni ad aria, devi considerare che il sistema interagisce con l’ambiente. Pertanto dovrai valutare in base alla temperatura media dell’aria, naturalmente seguendo il parere degli esperti

Fonte sfruttata:

In modo analogo, se decidi di optare per le opzioni ad acqua o geotermica, dovrai considerare la posizione dell’immobile e valutare la fattibilità dell’impianto

Tipo di edificio:

Qualsiasi sia la tipologia di impianto scelta, lo spazio richiesto per l’installazione è importante. Oltre allo spazio interno ed esterno per le unità, devi considerare anche i pozzi di aspirazione e il terreno disponibile

Esigenze di impiego:

Decidi quali sono le funzionalità delle pompe di calore che ti interessano

Budget:

Come hai visto la spesa può variare da poche migliaia di euro fino a superare i 20.000 €, quindi devi avere in mente qual è il giusto budget per te

Infine, per massimizzare il tuo risparmio, ti suggeriamo di valutare qual è la migliore tariffa luce e gas. Per farlo puoi utilizzare lo strumento che ti mette a disposizione ARERA, ovvero il Portale Offerte.. Visitando questa pagina potrai confrontare decine di offerte e scegliere la più conveniente per la tua pompa di calore.

Di seguito alcune nostre pagine che possono esserti utili:

 

Chiamaci GRATIS per attivare la migliore offerta per te!

Info

Aggiornato su 26 Ott, 2022

redaction La redazione di Energia-Luce.it
Redactor

Giada Ravalli

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per scoprire di più sulla nostra policy di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre condizioni legali.