Tabella potenza elettrodomestici: calcolare il consumo

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Per questi motivi, conoscere quali sono gli elettrodomestici che consumano più energia può aiutarti a ridurre sia il dispendio di soldi sia l’impatto sul nostro pianeta.

A questo proposito, potrebbe interessarti la nostra guida alle pratiche del mondo dell’energia.

Tabella potenza elettrica elettrodomestici: una premessa

Prima di illustrarti la tabella che ti aiuterà a calcolare i consumi di energia a stimare i costi in bolletta, è bene partire da una premessa che renderà più chiaro tutto. In particolare, stiamo parlando delle definizioni di potenza elettrica degli elettrodomestici e dell’unità di misura in cui viene espressa:

  • La potenza elettrica (P) che transita in una sezione di circuito è data dal prodotto della tensione (U) e della corrente (I). Quindi, la formula è: P = U x I.
  • L’unità di misura della potenza è il Watt (W)

L’energia elettrica (W) è il prodotto della potenza (P) per il tempo (T). Quindi, la formula è W = P x t. L’unità di misura dell’energia è il chilowattora (kWh) e questa grandezza ci informa sul consumo di energia quando accendiamo l’apparecchio per un certo periodo di tempo.

A questo punto, cerchiamo di capire insieme:

  • Come si calcola il consumo di un elettrodomestico?
  • Come effettuare una stima del costo della bolletta energetica?

Qui di seguito elencheremo tutti gli elementi necessari a creare una tabella potenza elettrica elettrodomestici.

Tabella potenza elettrica elettrodomestici: calcolo del consumo energetico

Esistono diversi elementi da tenere in considerazione per calcolare il consumo di un elettrodomestico. Nello specifico:

  1. La classe energetica del dispositivo
  2. Il modo in cui viene utilizzato
  3. Per quanto tempo rimane acceso


Inoltre, ci sono altri fattori che influiscono sul consumo totale di un singolo nucleo familiare. Ad esempio:

  1. Il numero dei componenti della famiglia
  2. Le abitudini personali
  3. La superficie dell’abitazione
  4. La posizione geografica nella quale si trova la propria casa


Tuttavia, come abbiamo visto in precedenza, possiamo esprimere il calcolo del consumo energetico degli elettrodomestici con una formula matematica:

Potenza elettrodomestico x Tempo di accensione = Consumo apparecchio

Dunque, la potenza elettrica dagli elettrodomestici è espressa in Watt (W) o in Kilowatt (kW) e ogni kilowatt corrisponde a 1000 Watt. Per fare un esempio specifico: se un microonde ha una potenza di 700 W (0,7 kW) e rimane acceso per 16 ore al mese, la formula per calcolare il suo consumo sarà la seguente:

0,7 kW x 16 ore = 11,2 kWh
calcolo potenza elettrodomestici

Tabella potenza elettrica elettrodomestici: stima del costo di energia in bolletta

Per avere una stima del costo di energia nella tua bolletta, dovrai tenere in considerazione tutti gli elettrodomestici della tua abitazione e per ognuno di questi:

  • Fare una stima delle ore di utilizzo annuali
  • Calcolare la potenza del dispositivo
  • Da questi due fattori, si può ottenere il consumo (kW) annuale


Per fare un esempio concreto, prendiamo il frigorifero, un elettrodomestico che rimane acceso 24 ore su 24. Questo dispositivo ha un consumo annuo di circa 175 kW e, dal momento che il costo di un kWh si aggira intorno a 0.20 euro, la spesa annuale è di circa 35 euro. A questo punto capirai bene che per farsi un’idea di quanto dovremo pagare in bolletta, questa operazione va effettuata per tutti gli elettrodomestici presenti nella propria casa.

Detto ciò, la fattura dell’energia elettrica presenta un costo che comprende al proprio interno diversi contributi da dover versare. Infatti, il costo dell’energia elettrica, oltre al numero di kW consumati, prevede:

Componenti di costo dell'energia elettrica

  • Prezzo dell’energia elettrica
  • Servizi di rete per il trasporto
  • Varie imposte


Per riuscire ad orientarti meglio nella lettura, ti consigliamo di leggere la nostra guida alla bolletta della luce. Inoltre, una variabile molto utile a calcolare il costo della bolletta è avere un’idea del costo di un kWh. A questo proposito, ti suggeriamo di leggere la nostra guida al costo di un kWh.

Un ulteriore fattore che può aiutarti a fare una stima di quanto spenderai in bolletta è tenere in considerazione la fascia oraria in cui utilizzi i tuoi elettrodomestici. Infatti, per risparmiare energia, è bene azionarli nella fascia serale dopo le 19, oppure nei weekend. Nel mercato libero, ogni fornitore determina i suoi prezzi per i vari momenti della giornata: scopri di più nella nostra guida ai gestori dell’energia elettrica.

I nostri esperti ti aiuteranno con tutte le procedure. Chiama e lasciati aiutare!

02 82 95 64 08

Info

Potenza ed elenco dei consumi degli elettrodomestici

Ogni elettrodomestico ha un consumo differente e dispone di una diversa potenza elettrica. In particolare, esistono dispositivi che:

Tipologie di elettrodomestici

  • Assorbono maggiore potenza istantanea – Tutti gli elettrodomestici che usano elettricità per scaldare
  • Assorbono più energia – Si tratta degli apparecchi che sono sempre accesi. In particolare, l’incidenza maggiore è data dal frigorifero e dal congelatore, che corrispondono a circa il 30% del consumo totale annuale di energia elettrica
  • Consumano molto anche in standby – Quei dispositivi con un alimentatore esterno, un telecomando, un display o un led sempre acceso


Qui di seguito trovi una tabella indicativa dei consumi dei principali elettrodomestici che generalmente si trovano in una casa:

Tabella dei Consumi Elettrodomestici
Elettrodomestico Potenza (W)
Forno elettrico (2000 W)
Condizionatore (1600 – 270 W)
Phon (2000 W)
Frigorifero (300 W)
Pc (50 W)
Scaldabagno (1200 W)
Lavatrice (2100 W)
Microonde (700)
Tv (200 W)

Consumo eneretico elettronomestici

Potenza degli apparecchi: i dispositivi più costosi

Considerando la tabella dei consumi dei diversi elettrodomestici elencata sopra, potrebbe sembrare che i dispositivi economicamente più onerosi siano quelli con il consumo più alto. Ma non è proprio così.

Infatti, in termini assoluti gli elettrodomestici con i consumi più alti sono quelli che devono produrre calore, dunque:

Elettrodomestici con alto consumo

  • Forno
  • Asciugacapelli
  • Ferro da stiro
  • Lavatrice
  • Lavastoviglie
  • Scaldabagno
  • Tostapane
  • Stufa elettrica


La potenza istantanea di questi elettrodomestici viene indicata dai W che sono riportati sulla confezione o sul dispositivo stesso.

Oltre a questi, troviamo apparecchiature che non hanno un consumo di energia alto (come Pc, frigorifero o Tv) ma rimangono accesi tutto il giorno. Proprio per questo motivo, possono impattare in modo considerevole sulla bolletta energetica mensile.

In ultimo vengono gli elettrodomestici che hanno un alto consumo anche mentre sono in standby. Per questo motivo, una volta terminato i loro utilizzo, si consiglia di spegnere sempre i seguenti dispositivi:

Elettrodomestici con alto consumo anche in standby

  • Decoder satellitare
  • Console per i giochi
  • Monitor del PC
  • Macchina per il caffè
  • Stampanti laser
  • Relevisori
  • Fotocopiatrici
  • Stereo
  • Router

Come consumare meno energia

Dunque, è molto importante capire come fare a utilizzare gli elettrodomestici nel modo migliore per consumare meno energia. Ci sono tante piccole azioni che puoi fare per ridurre i tuoi impatti economici e ambientali, ad esempio:

  1. Utilizzare elettrodomestici come lo scaldabagno a temperature medie inferiore
  2. Acquistare dispositivi ad alta efficienza: in altre parole, significa comprare apparecchi che siano in grado di funzionare con il minor consumo possibile di energia. Per valutare questo dato, ci sono le classi energetiche, che rappresentano il criterio di classificazione degli elettrodomestici sulla base della prestazione energetica

Altre guide interessanti

Se ti interessa il mondo dell’energia ma non sei molto ferrato su tanti aspetti, di seguito ti lasciamo un elenco di guide utili per renderti ogni operazione più facile.

In particolare:

 

Infine, cliccando su questa pagina puoi trovare una tabella pubblicata da ARERA che riporta una stima della spesa annua dell’elettricità calcolata sulla base del secondo trimestre 2021.

Troppo alto il consumo degli elettrodomestici? Chiama ora i nostri esperti e risparmia sulla bolletta!

Info

Aggiornato su 26 Ott, 2022

redaction La redazione di Energia-Luce.it
Redactor

Alessandro S.

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per scoprire di più sulla nostra policy di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre condizioni legali.