Voltura ENI: procedura, costi e tempistiche

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Siete alle prese con la voltura ENI luce e gas, ma non siete sicuri se sia l’operazione giusta per il vostro caso?

Sebbene sia ormai una procedura di routine e molto comune, è bene accertarsi in quali casi si rende necessaria. Infatti, spesso si fa confusione nel distinguere le varie pratiche da avviare relative alle forniture di energia elettrica e gas. Per esempio quando ci si trasferisce in una nuova abitazione.

Eni gas e luce, società facente parte del Gruppo ENI SpA, si occupa della vendita di luce e gas ed offre ai suoi clienti molteplici servizi correlati alle forniture energetiche. Se desiderate saperne di più sul consolidato operatore e la sua storia, leggete la nostra guida dedicata ad ENI.

In questo articolo scopriamo qual è la procedura corretta da seguire per richiedere la voltura ENI, i costi e le tempistiche relative alla pratica.

Eni voltura o subentro? Ecco la differenza

Prima di tutto, vediamo qual è la differenza tra la voltura e il subentro, che sono operazioni differenti tra loro, ma spesso generano confusione.

La voltura è l’operazione che consente di variare la titolarità di un punto di fornitura, senza che vi sia un’interruzione della fornitura di energia elettrica o gas. Generalmente si avvia la procedura qualora vi foste appena trasferiti in una nuova abitazione oppure in caso di decesso del precedente intestatario delle utenze domestiche.

Invece, il subentro implica la richiesta di riattivazione della fornitura a seguito della cessazione di un contratto e chiusura del contatore. Dunque, in questo caso non c’è continuità nell’erogazione del servizio.

Le tipologie di voltura Eni gas e luce

Diamo uno sguardo alle tre tipologie di voltura gas e luce:

  1. ordinaria, se s’intende procedere alla variazione di titolarità di una fornitura da un cliente ad un altro con lo stesso venditore
  2. mortis causa, se il richiedente si dichiara erede del precedente intestatario
  3. incorporazione societaria, per clienti aziendali. Questo caso si verifica qualora una società incorpori, tramite fusione, l’azienda precedentemente intestataria della fornitura

Come fare la voltura gas e luce

Scopriamo come fare la voltura Eni gas e luce.

Se le forniture della vostra nuova casa sono già attive con Eni gas e luce, ma ancora intestate al precedente inquilino, potete presentare la richiesta per divenire intestatari del contratto.

Le modalità per inoltrare la richiesta di voltura sono le seguenti:

  • contattando telefonicamente il numero verde 800900700 da telefono fisso oppure 02444141 da cellulare
  • online sul sito web
  • recandovi personalmente presso un negozio Energy Store ENI gas e luce

Vediamo ora assieme come eseguire:

  • la procedura di voltura
  • quali sono i documenti necessari

Chiama per risparmiare sulle offerte dedicate!

02 82 95 64 08

Info

Voltura ENI online: la procedura

La procedura da seguire per fare la voltura ENI online è molto semplice e vi consente di inoltrare la richiesta comodamente da casa vostra, se disponete di una connessione Internet. Vediamo quali sono i passaggi da seguire:

  • prima di tutto, visitate la sezione dedicata My Eni sul sito web di ENI gas e luce
  • successivamente, provvedete ad effettuare la registrazione all’area personale, inserendo nome, cognome ed e-mail. Occorre fare attenzione, poiché i dati immessi in questa fase verranno utilizzati per la voltura. Pertanto, quest’ultimi dovranno corrispondere al nuovo intestatario della fornitura
  • qualora la registrazione non andasse a buon fine, potrete rivolgervi alla Chat Servizio Clienti messa a disposizione da Eni, che provvederà a fornirvi assistenza. Inoltre, tramite questo canale è possibile provvedere al cambio e al recupero delle vostre credenziali di accesso a My Eni

Documenti necessari per la voltura ordinaria Eni gas e luce

Ora, diamo uno sguardo ai documenti necessari per la voltura ordinaria Eni gas e luce:

  • codice POD che identifica in modo univoco il punto di fornitura di energia elettrica
  • codice PDR che identifica in maniera univoca il punto di riconsegna per la fornitura del gas
  • documento d’identità in corso di validità del nuovo intestatario
  • lettura aggiornata del contatore del gas, specificando la tipologia di utilizzo tra riscaldamento, acqua calda sanitaria e uso cucina. La comunicazione dell’autolettura del contatore verrà utilizzata come base di partenza per le successive fatturazioni

I codici PDR e POD, sono reperibili:

  • su un tagliando posto sull’attacco del contatore
  • nel caso di contatore elettronico, potrete visualizzarli direttamente dal display, premendo il tasto
  • sulla bolletta ENI gas e luce

Eni voltura da altro operatore e cambio offerta: come fare

Vediamo ora come fare se siete interessati ad una voltura ENI da altro operatore. Oppure qualora desideriate cambiare l’offerta della vostra fornitura.

Se il vostro fornitore di energia elettrica e gas è un operatore diverso da ENI, prima dovrete richiedere la voltura all’attuale gestore e una volta divenuti intestatari del contratto, potrete passare ad ENI gas e luce.

Inoltre, se siete titolari di un contratto ENI gas e luce, avete la facoltà di cambiare l’offerta relativa alla vostra utenza, selezionando quella più adatta alle vostre esigenze e modificandola direttamente online.

La voltura quanto costa?

Quanto costa la voltura ENI? Scopriamo la tariffa applicata, analizzando separatamente le forniture di energia elettrica e gas nel mercato libero e nel mercato di maggior tutela.

Costo voltura luce mercato libero

La voltura ENI luce mercato libero prevede il seguente costo:

  • contributo per la prestazione commerciale pari a 23,00€, IVA esclusa
  • addebito di 25,81€, contributo fisso per oneri amministrativi a favore del distributore locale

Inoltre, il venditore potrebbe richiedervi un deposito cauzionale e laddove previsto dalla normativa, il pagamento dell’imposta di bollo.

Voltura ENI luce maggior tutela

Il costo previsto per la voltura ENI luce nel mercato di maggior tutela è così composto:

  • contributo fisso di 25,81€ per oneri amministrativi
  • importo fisso di 23,00€
  • imposta di bollo, come da normativa fiscale

Infine, è bene tenere a mente che il deposito cauzionale non può essere richiesto qualora decidiate di attivare la domiciliazione bancaria o su carta di credito per il pagamento delle vostre bollette.

Voltura ENI gas

In caso di voltura ENI gas, i costi relativi al corrispettivo commerciale e gli oneri amministrativi indicati nel contratto, variano a seconda dei prezzi dei diversi distributori locali.

Per farvi un esempio, l’offerta CambioCasa gas di ENI, dedicata a chi richiede una voltura, ha un costo amministrativo di 30,00€ IVA esclusa.

Voltura Eni quanto tempo ci vuole?

Scopriamo quanto tempo ci vuole per effettuare la voltura ENI gas e luce.

Al termine della procedura online precedentemente descritta, il cambio di intestazione della fornitura generalmente avviene entro 7 giorni lavorativi.

Inoltre, selezionando l’opzione rapida in fase di richiesta, l’operatore provvederà a contattare tempestivamente il distributore di competenza, prima della scadenza del termine di 14 giorni previsto dal diritto di ripensamento.

Voltura Eni in caso di morosità pregressa

Eni gas e luce provvederà ad eseguire la voltura da voi richiesta, anche qualora risultasse della morosità pregressa imputabile al precedente intestatario del punto di fornitura. Pertanto, non dovrete saldare gli eventuali debiti, salvo i casi di voltura mortis causa e incorporazione societaria.

Voltura Eni per decesso intestatario: mortis causa

Ora, vediamo come funziona la voltura ENI mortis causa, a seguito di decesso intestatario.

In caso di morte di un familiare, è possibile trasferire l’intestazione del contratto di fornitura ad un’altra persona, richiedendo la cosiddetta voltura mortis causa.

Qualora i membri della famiglia o il coniuge continuassero ad usufruire delle prestazioni erogate, l’erede dovrà inviare comunicazione ufficiale ad ENI e non sarà necessario sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura.

I documenti necessari voin caso di decesso intestatario

Diamo uno sguardo ai documenti necessari per effettuare la voltura ENI in caso di decesso:

  • codice cliente delle utenze
  • dati anagrafici e indirizzo di residenza del precedente intestatario
  • copia carta d’identità del nuovo intestatario
  • dichiarazione di unico erede 
  • dati relativi alla persona deceduta o copia del certificato di morte

In alternativa, la maggior parte dei fornitori mette a disposizione dei clienti sul proprio sito un apposito modulo da scaricare.

Quanto costa la voltura ENI mortis causa

La voltura ENI mortis causa ha un costo differente rispetto a quella ordinaria. Infatti, per l’erede della persona deceduta, è gratuita se al momento della morte risultava già domiciliato all’indirizzo di fornitura.

Però, va sottolineato che la gratuità si riferisce esclusivamente agli oneri amministrativi. Pertanto, dovrete contattare Eni gas e luce per informarvi sulle altre spese applicate dal fornitore.

Morosità pregressa e voltura ENI mortis causa

Nel caso di richiesta di voltura mortis causa, laddove ci fosse della morosità pregressa del precedente intestatario, il fornitore chiederà all’erede il pagamento delle somme a debito. Solo una volta acquisita la dichiarazione di eredità e la volontà di farsi carico del saldo dovuto, ENI procederò all’addebito.

Scopri di più su Eni nelle nostre guide:

Se desiderate approfondire in quali circostanze il venditore può rifiutarsi di effettuare la voltura, consultate il sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente a questa pagina.

Il servizio è gratuito! Chiama e risparmia sulla tua fornitura!

Info

Aggiornato il 24 Gen, 2022

redaction La redazione di Energia-Luce.it
Redactor

Alessandro S.

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per scoprire di più sulla nostra policy di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre condizioni legali.