Codice PDR: cosa serve, come si legge e dove trovarlo

Informazioni

Il codice PDR, acronimo di “Punto di riconsegna”, è il codice che identifica in maniera univoca l’utenza del gas e corrisponde alla posizione fisica del contatore.

Il PDR è utile per effettuare rapidamente tutte le operazioni di fornitura relative al gas e viene assegnato nel momento dell’allacciamento di quest’ultimo. Si tratta di un numero identificativo che ti verrà chiesto dal tuo fornitore per effettuare operazioni sulla fornitura o sul contatore quali:

  • attivazione
  • voltura
  • cambio fornitore

Dunque, è molto importante saper trovare e saper usare questo numero. Nell’articolo guida energia luce puoi trovare informazioni riguardo a tutte le pratiche dell’energia.

Tutto quello che devi sapere sul codice PDR

Qui di seguito proviamo a mettere insieme tutte le informazioni da conoscere riguardo al codice PDR gas:

  • a cosa serve
  • com’è composto
  • dove trovarlo
  • cosa cambia tra il PDR e il numero di matricola del contatore

A cosa serve il codice

Il codice PDR serve per più scopi, tra cui:

  • attivazione del contatore
  • richiesta di servizi di manutenzione
  • cambio di dati
  • richiesta di bonus sulla bolletta

Inoltre, nel caso in cui sia necessario riattivare un’utenza, ti tornerà molto utile perché renderà l’operazione più veloce. In ogni caso, la riattivazione della fornitura può essere effettuata anche senza codice PDR, ma l’operazione risulterà più lunga a causa di alcuni passaggi burocratici.

Se vuoi cambiare l’intestatario della bolletta puoi consultare i nostri articoli guida sul subentro luce e sull’attivazione luce.

Il codice PDR non si riferisce all’energia elettrica ma solamente alla fornitura dell’utenza gas. Per quanto riguarda l’energia elettrica, dovrai cercare il codice POD, acronimo di “punto di prelievo”.

Se hai paura di non riuscire a trovare il codice POD puoi consultare la nostra guida per la bolletta della luce.

Il servizio è gratuito e potrai trovare l’offerta luce e gas più adatta a te!

02 82 95 64 08

Info

Da quanti numeri è composto il PDR

È composto da 14 cifre che si dividono in:

  • 4 cifre corrispondenti al numero identificativo dell’impresa di distribuzione stabilito dall’Autorità
  • 10 cifre corrispondenti all’identificativo numerico relativo all’utente

Ti ricordiamo che il codice PDR non cambia se cambi fornitore di gas.

Dove si trova il PDR

Il codice PDR è facile da trovare perché sempre preceduto dalle parole “punto di riconsegna” o dalla sigla “PDR”.

Dunque, le modalità più comuni attraverso cui recuperare il codice PDR sono le seguenti:

  • leggendo la bolletta del gas: generalmente si trova nella prima o nella seconda pagina all’interno della sezione dei dati sulle caratteristiche della fornitura
  • se l’utenza risulta attiva, si può contattare il servizio clienti del proprio fornitore: ti basterà comunicare il nome dell’intestatario della bolletta e l’indirizzo della fornitura
  • controllando il contatore, dove si può trovare un’etichetta con indicato il codice
  • leggendo il marchio sul contatore, quindi chiamando il servizio clienti dell’azienda che si è occupata dell’installazione di quest’ultimo
  • contattando il distributore locale a cui dovrai comunicare l’indirizzo e il numero di matricola del contatore

Quindi, è possibile recuperare il codice PDR anche senza bolletta.

Inoltre, con alcuni fornitori è possibile effettuare una verifica codice PDR online nella tua sezione personale all’interno del portale dell’operatore.

In altri casi, se disponibile, si può effettuare una verifica del PDR dall’App del proprio fornitore.

C’è poi la possibilità di entrare in un appartamento dove è già presente un contatore del gas, ma non si sa se ci sia un contratto di fornitura attivo. In questo caso, si consiglia di rivolgersi al distributore locale.

Negli ultimi tempi, l’Autorità ha emanato una delibera che ha dato il via al processo di sostituzione dei contatori a gas meccanici con apparecchi più moderni. La sostituzione non comporta alcun costo. Inoltre, i nuovi apparecchi, avranno un display che permetterà di visualizzare informazioni sulla fornitura e sul PDR gas.

Ti ricordiamo che è molto importante non confondere il codice PDR con il numero cliente che si trova all’interno della bolletta. Tale numero è assegnato dall’azienda con cui si ha sottoscritto il contratto.

Cosa cambia tra il codice PDR e il numero di matricola del contatore

Capita spesso di confondere il codice PDR gas con il numero di matricola del contatore, ma ci sono alcune differenze. Vediamole insieme qui di seguito.

Prima di tutto, i due numeri hanno due composizioni differenti, infatti:

  • il PDR è una stringa alfanumerica di 14 cifre che è sempre associato al contatore
  • il codice di matricola è composto da 8 o 9 cifre ed è un numero legato al contatore del gas

Nel caso di una sostituzione del contatore, il numero di matricola cambierà perché non possono esistere due contatori con lo stesso numero di matricola. Invece, il PDR rimarrà lo stesso.

Se non sei soddisfatto della tua offerta della luce, ti consigliamo di consultare la nostra guida ai gestori dell’energia elettrica.

Cliccando su questa pagina si può trovare un documento di ARERA in merito all’indicazione dei codici PDR e POD nei documenti di fatturazione.

Telefona e risparmia fino a 250 euro sulle offerte dedicate!

Info

Aggiornato il 29 Nov, 2021

redaction La redazione di Energia-Luce.it
Redactor

Alessandro S.

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per scoprire di più sulla nostra policy di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre condizioni legali.